Come creare un piano editoriale per i social media

Social Media Calendar

Per alcuni di noi, i social media sono un modo divertente per connettersi con gli amici, condividere nuovamente meme e passare un po’ di tempo dopo una lunga giornata. Ciò che può sembrare semplice, come pubblicare articoli, condividere foto o pubblicare contenuti, diventa più complicato quando si tratta della tua attività.

Il social media marketing, a differenza dell’uso passivo dei social media, richiede pianificazione e strategia.

Avere un piano editoriale per i social media ti aiuterà a sviluppare contenuti strategici, pubblicare in modo coerente e generare risultati tangibili per i tuoi sforzi. Ecco come farlo.

Perché creare un piano editoriale per i social media?

Forse sei abituato a creare tutti i tuoi post direttamente nelle tue app social. Sebbene ciò richieda meno pianificazione, può essere molto meno efficace rispetto allo sviluppo di una strategia. Un calendario editoriale è un must quando si tratta di sviluppare argomenti efficaci e contenuti coinvolgenti. Con un calendario editoriale dei social media, puoi:

  • Pianifica i tuoi argomenti in anticipo. Puoi dedicare del tempo alla ricerca di argomenti e idee di contenuto adatte al tuo pubblico.
  • Pianifica i tuoi post. Stabilisci una cadenza di pubblicazione dei contenuti in modo che il tuo pubblico possa fare affidamento sui tuoi post e gli algoritmi li faranno emergere più spesso.
  • Misurare i risultati. L’analisi in-app ti consente di vedere le prestazioni dei tuoi post. Quando pianifichi il tuo calendario editoriale, puoi utilizzare queste informazioni per trovare nuove idee o riutilizzare ciò che già funziona.
  • Bilancia i contenuti sempreverdi con quelli di tendenza. Hai la flessibilità di pubblicare contenuti attuali dando priorità anche ai contenuti sempreverdi che rimarranno rilevanti a lungo termine.
  • Anticipa gli eventi futuri. Se la tua azienda ha eventi o aggiornamenti imminenti, puoi pianificare i tuoi contenuti con largo anticipo e generare maggiore visibilità per il tuo marchio.
  • Salva le risorse digitali. Non solo puoi creare i tuoi contenuti social in batch, ma avrai una libreria di risorse creative a cui attingere quando ne avrai bisogno.
  • Monitora gli hashtag. Puoi creare un elenco aggiornato di hashtag popolari e utilizzarli nei tuoi post futuri. Non c’è bisogno di ricercare nuovi hashtag ogni volta.

Nella sua forma più semplice, un calendario editoriale social fornisce una panoramica dei tuoi prossimi contenuti, organizzati per piattaforma e per data. Ti consente di organizzare le tue risorse di contenuto, gestire le campagne e creare un programma stabilito.

Ci sono alcune cose che dovresti includere nel tuo calendario dei social media:

  • La piattaforma : su quali canali di social media pubblicherai.
  • La data e l’ora: quando i tuoi contenuti saranno pubblicati.
  • Le risorse creative: incluse immagini, collegamenti, didascalie, video o hashtag per ogni post.
Potrebbe interessarti  Facebook conta 400 milioni di adepti e io non ci sono

Un calendario dei social media può assumere molte forme. Potrebbe essere un foglio o calendario Google, un pianificatore online o un software di content marketing. Qualunque cosa tu scelga, il tuo calendario dovrebbe aiutarti a organizzare i tuoi post e pianificare le pubblicazioni dei tuoi contenuti.

Crea il tuo piano editoriale per i social media in 6 passaggi

Creare un calendario per i social media può essere relativamente semplice. Tutto dipende dalla complessità di ciò che vuoi pubblicare, dalla frequenza e dal numero di account che hai. Di seguito alcuni semplici passaggi per creare da zero un piano editoriale social.

1. Fai il punto dei tuoi account sui social media

Il primo passo è fare il punto su tutti i tuoi account di social media esistenti e le corrispondenti credenziali di accesso. Ciò è necessario perché dovrai confermare di disporre dell’accesso di gestione a tutti i tuoi account prima di iniziare a programmare i tuoi contenuti. Il consiglio è di creare un foglio di calcolo che tenga traccia di:

  • Profili attivi.
  • Profili inattivi.
  • Nome utente dell’account e/o indirizzo e-mail e password.
  • Profili aziendali e profili personali.
  • Destinatari per ogni profilo.
  • Chi gestisce il profilo (ad es. tu, un membro del team, un’agenzia di marketing, etc.).
  • Informazioni obsolete che richiedono l’aggiornamento.

Potresti scoprire alcuni account obsoleti o profili per i quali non hai più le credenziali di accesso. Hai ora un’opportunità per eliminare il vecchio account, recuperare le password, aggiornare le informazioni obsolete e persino creare nuovi profili, se necessario. Dopo questo sforzo, dovresti identificare quali account richiedono la gestione e dovrebbero essere aggiunti al tuo calendario dei post sui social media.

Social Media
Social Media

2. Utilizzare un modello o uno strumento per il piano dei contenuti

Quando hai a disposizione un sistema o uno strumento puoi organizzare il tuo calendario editoriale social in modo più veloce e semplice. Questo potrebbe essere un semplice foglio di calcolo, Google Calendar o un’applicazione software.

Fogli di calcolo o Calendar per la pianificazione dei contenuti

Mi piace utilizzare i fogli Google o Calendar per la pianificazione dei contenuti social perché è semplice e richiede uno sforzo minore rispetto all’utilizzo di uno strumento software. Puoi collegare facilmente argomenti di contenuto, date di pubblicazione, risorse di contenuto e altro ancora.

Scarica gratuitamente online il tuo  modello di calendario per social media dai Fogli Google o crearne uno tuo.

Strumenti di pianificazione dei social media

Sono disponibili un’ampia varietà di software di pianificazione e pianificazione dei social media. Alcuni sono gratuiti (pochi) e altri richiedono un abbonamento a pagamento. La maggior parte offre una prova gratuita in modo da poter provare le loro funzionalità prima dell’acquisto. Tra le piattaforme più popolari ci sono:

  • Hootsuite
  • Buffer
  • AgoraPulse
  • Sprout Social
  • Loomly
  • eClincher
  •  Zoho

Ti consiglio di provare alcune prove diverse per vedere cosa funziona meglio per te e il tuo team. La tua azienda potrebbe richiedere funzionalità specifiche, una gestione della piattaforma più solida, etc.. L’importante è che tu scelga un sistema che ti consenta di creare, programmare e pubblicare facilmente i tuoi contenuti.

Calendario Editoriale Social
Calendario Editoriale Social

3. Creare una matrice di contenuto

Sia che tu decida di utilizzare un foglio di calcolo, un calendario o un software, il passaggio successivo è creare la matrice dei contenuti dei social media ovvero il tuo piano che contiene quali contenuti intendi pubblicare e dove e quando prevedi di pubblicarli. Decidere quali contenuti pubblicare è la parte più importante del tuo piano di social media. Il successo della tua strategia social dipende dalla tua idea di contenuti accattivanti. Ci sono alcuni modelli che possono aiutarti.

Potrebbe interessarti  Social journalism, il nuovo obiettivo di Facebook

Il principio 80-20 (Principio di Pareto)

Il principio 80-20, conosciuto anche come “Principio di Pareto” può essere così ricondotto: l’80% dei tuoi contenuti dovrebbe essere per informare, educare o intrattenere il tuo pubblico, e il 20% dei tuoi contenuti dovrebbe essere per promuovere la tua attività (per esempio vendere).

Ciò significa che la maggior parte dei tuoi contenuti dovrebbe servire a fornire valore al tuo pubblico sopra ogni altra cosa. Questo può includere tipi di contenuto come:

  • Articoli pratici.
  • Infografiche utili.
  • Tutorial.
  • Video educativi.
  • Meme divertenti.
  • Fotografie.
  • Interviste di esperti.

La regola dei terzi

In alternativa, potresti voler seguire la regola dei terzi quando si tratta dei tuoi contenuti social.

Con questa matrice:

  • Un terzo dei tuoi contenuti dovrebbe servire a promuovere la tua attività e generare conversioni.
  • Un terzo dei tuoi contenuti dovrebbe provenire da altri leader di pensiero ed editori del settore.
  • Un terzo dei tuoi contenuti dovrebbe essere contenuto divertente che incoraggia l’interazione con i tuoi follower.

Questo ti aiuterà a creare un sano mix di tipi di contenuti e a garantire che non tutti i tuoi contenuti siano promozionali. Devi creare fiducia con il tuo pubblico, aumentare il coinvolgimento e guidare le interazioni, non solo le vendite. Il content marketing non deve essere noioso. Cerca di trovare alcuni argomenti creativi che parlino agli interessi del tuo pubblico e invogliali a interagire con il tuo brand.

4. Organizza e programma i tuoi contenuti

Una volta che hai un buon mix di argomenti e idee per i contenuti, è il momento di metterli a matita nel tuo calendario dei contenuti.

Se utilizzi un foglio di calcolo, assicurati di includere i dettagli di base:

  • Piattaforma (es. Facebook).
  • Profilo (es. Facebook.com/annabruno.giornalista).
  • Data di pubblicazione.
  • Governance (ovvero un membro del team che pubblica il contenuto).
  • Ora (e fuso orario).
  • Copia (ad es. Didascalia e hashtag di Instagram).
  • Elementi visivi (ad es. foto, video, meme, infografica, gif, tcc.).
  • Link agli asset della creatività.
Quando pubblicare i post
Quando pubblicare i post

5. Tieni traccia delle tue analisi sui social media

L’efficacia della tua strategia sui social media sarà influenzata dai dati sulle tue prestazioni. Ti consigliamo di tenere traccia di quali contenuti sono maggiormente apprezzati. quali post ottengono il maggior coinvolgimento e quali contenuti stanno generando conversioni per la tua attività. Questi dati ti aiuteranno a definire la tua futura strategia per i contenuti e il programma di pubblicazione. Questa non dovrebbe essere una strategia “imposta e dimentica”, ma implica invece una continua ottimizzazione e pianificazione.

Potrebbe interessarti  Facebook corteggia i giornalisti e li invita al primo raduno

La maggior parte delle piattaforme di social media include la propria versione di analisi. Esistono anche strumenti software di terze parti che tengono traccia delle prestazioni. Avrai una grande quantità di dati da cui estrarre approfondimenti sociali.

Ecco alcune delle metriche più importanti da monitorare:

  • Piace.
  • Clic.
  • Commenti.
  • Azioni.
  • Menzioni di marca.
  • Visite al profilo.
  • Seguaci.
  • Portata.
  • Impressioni.
  • Traffico.
  • Lead.

6. Ascolta il tuo pubblico

La tua analisi dei social media fornirà molte informazioni sui tipi di contenuti con cui il tuo pubblico interagisce maggiormente. Ma a volte è fantastico ricevere idee e feedback sui contenuti direttamente dai tuoi follower, poiché la maggior parte degli strumenti social non ti aiuterà a generare queste idee di contenuto uniche.

In tutto il tuo calendario dei contenuti, dovresti programmare post che chiedono al tuo pubblico cosa vogliono vedere. Puoi fare domande come:

  • “Quali domande hai su [argomento]?”
  • “Qual è il problema n. 1 per cui hai bisogno di aiuto in questo momento?”
  • “Di quali argomenti vuoi che pubblichiamo di più?”
  • “Quali domande hai per il nostro team/brand?”
  • “Qual è un argomento di tendenza che ti interessa in questo momento?”

Conclusione

I social media ti danno la libertà di pubblicare tutti i tipi di contenuti interessanti, informativi, stimolanti, divertenti e coinvolgenti. Offrono al tuo marchio molteplici punti di interazione con il tuo pubblico in tempo reale. Il successo della tua strategia social è supportato da un piano ben eseguito.

Pianificare e programmare i tuoi contenuti in anticipo renderà i tuoi contenuti più efficaci e ti aiuterà a diversificare i tuoi contenuti. I dati guidano il lavoro. Usa le informazioni sui social media per vedere quali contenuti funzionano meglio con il tuo pubblico. E poi rivedi la tua strategia per ottenere risultati ancora migliori, incluso più traffico e vendite.

Fonte Search Engine Journal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to Top